Orientamento scolastico

Orientamento scolastico e professionale

Grafologia ed orientamento scolastico

La grafologia può esser un valido aiuto per orientare i giovani in due tappe importanti del proprio percorso formativo: nella scelta degli studi da intraprendere dopo la scuola media e nella scelta dell’indirizzo universitario. In queste fasi della vita incominciano a delinearsi le inclinazioni specifiche dei ragazzi che se ben indirizzati possono essere avvantaggiati nelle scelte future. Orientare non significa solo indicare l’indirizzo scolastico ma anche aiutare nella consapevolezza di sé, delle proprie risorse, dei propri punti di forza e delle proprie aree di miglioramento. E’ importante anche confrontare i propri desideri con quanto realmente si è in grado di fare e con i risultati che potenzialmente si possono raggiungere. Lo studio della scrittura a mano, in quanto test proiettivo e non invasivo della personalità, permette di far emergere molte caratteristiche che a volte lo stesso scrivente non è consapevole di possedere ed è in grado di consigliare in modo oggettivo, in quanto non si è influenzati dalla conoscenza della persona (è possibile eseguire un’analisi grafologica senza mai vedere lo scrivente).

Grafologia ed orientamento professionale

L’economia attuale richiede sempre maggiore flessibilità nel lavoro e il continuo turnover di ruoli e di competenze può generare un senso di smarrimento. La grafologia può dare un valido contributo nel fornire una direzione da intraprendere in base ai propri gusti, capacità e situazione di mercato. La scelta di una professione è spesso pilotata da circostanze o condizionamenti esterni che possono esser la fonte di molte frustrazioni ed insoddisfazioni che potrebbero invece esser evitate se si convogliassero le proprie energie in un’attività più profittevole. Il grafologo è in grado di stilare un Bilancio delle competenze, capire in quali settori possono esser applicate e far prender consapevolezza delle capacità che contraddistinguono lo scrivente. Molto spesso l’ambiente lavorativo trascorso non ha permesso di far affiorare certe caratteristiche che rimangono solo potenziali e che invece possono rivelarsi importanti nella scelta di un lavoro differente.

A chi si rivolge?

  • Chiunque voglia avere un’indicazione chiara ed oggettiva dei propri punti di forza e di debolezza nell’ambito scolastico e professionale;
  • Ragazzi delle scuole medie che vogliano avere un’indicazione della scuola superiore a loro più congeniale;
  • Ragazzi delle superiori che siano indecisi sulla scelta universitaria;
  • Giovani o adulti che vogliano avere un’indicazione sul percorso formativo o professionale più adatto per loro;
  • Chiunque voglia riposizionarsi nel mondo del lavoro.

Come posso esserti utile?

Attraverso un’analisi grafologica di orientamento scolastico e/o professionale in cui sono messe nero su bianco le seguenti informazioni: gli interessi e le predisposizioni, i diversi gradi di intelligenza, la capacità di attenzione, memoria, di ragionamento, di analisi e di sintesi, la fantasia, la creatività, la socievolezza, la comunicativa, i limiti di adattabilità, le fonti di stress, la motivazione, la tenuta allo studio/lavoro, la capacità di lavorare in team o la predisposizione al lavoro autonomo, le competenze emotive e relazionali, le capacità decisionali e molti altri aspetti spiegati in modo concreto e mirato. La fase del colloquio personale che può precedere e/o seguire l’analisi prettamente grafica permette di meglio calibrare il ventaglio di scelte scolastiche/professionali proposte in modo da focalizzarsi sullo sviluppo equilibrato dell’intera personalità che tiene in considerazione il contesto ambientale ed i fabbisogni formativi dei percorsi di studio/carriera prescelti.

Cosa si deve fare per ricevere un’analisi grafologica sull’orientamento scolastico o professionale?

Al fine di fornire una consulenza mirata è necessario ricevere:
  • Una scrittura spontanea della persona da esaminare (almeno 10-15 righe) su foglio bianco (senza righe o quadretti, preferibile formato A4) comprensiva di firma. Se la scrittura abituale è lo stampatello maiuscolo sforzarsi di scrivere sul retro del foglio anche in corsivo per almeno 6-7 righe. E’ preferibile ricevere lo scritto in originale in quanto la fotocopia/scanner non permette l’analisi di segni grafici personalizzanti.
  • Per quanto riguarda il contenuto dello scritto: è indifferente la lingua utilizzata (va bene in italiano, inglese, spagnolo, ecc. purché l’alfabeto sia quello latino) ma non scrivere testi di canzoni, poesie o ricopiare pedissequamente un brano. Sebbene il grafolgo per l’analisi grafica non presta attenzione al contenuto è consigliabile stilare uno scritto che risponda ad esempio alle seguenti domande: Che cosa mi piace fare? Quali sono i miei hobby? Cosa vorrei fare da grande? Quali sono stati i pregi e i difetti del mio precedente lavoro? Quando mi sento realizzato/felice nelle cose che faccio?
  • Fornire indicazioni quali il sesso, età, livello di scolarizzazione dello scrivente (è desiderabile ricevere il Curriculum Vitae per l’analisi professionale);
 

Per qualsiasi informazione
vi invito a contattarmi senza impegno


Contatti